Overblog
Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog
10 avril 2005 7 10 /04 /avril /2005 00:00

Al Papa, su guerre e pena di morte, dai potenti sempre no

Milano, 9 apr (Apcom)
"Grazie a Marco Pannella che con grande coraggio mette in gioco il suo corpo,  l'amnistia non è piu¹  tabù. Si è  invertito il trend del conformismo sociale :
prima era tutto un grido, “pena, pena, pena !“

« ... è una sorta di  tossicomania penale endo/reattiva, punire, vendicare, vendicarsi, commissionare l'esecuzione della vendetta alla forma giudiziaria, la Giustizia Penale d'Emergenza Cioé d'eccezione inconfessata, e perciò più estrema...« summum jus, summa injuria », con il circolo vizioso che si chiude :lo sceriffo che bloccava col fucile spianato i linciatori che avanzavano con la corda dicendo « Un passo ancora e sparo!
Questo lo giudichiamo, condanniamo e se del caso impicchiamo, NOI ! », adesso si legittima come braccio secolare, notaio che trascrive e boia che esegue, la volontà/bisogno/spasmo tossicomane di chi rinuncia a "farsi  giustizia da sé" solo per commissionargliela, dopo che lo sceriffo stesso e tutti i suoi propagandisti hanno soffiato sul fuoco, buttato olio e benzina aizzandoli alla caccia al Colpevole .....

Così, l'impunità era divenuta più scandalosa del male stesso, un FINE, un oggetto di desiderio, un bisogno come il 'manque', la "rota",  un desiderio e un piacere che è già  doloroso,  frustrato, spasmodico...  Un'eventuale disinteresse a veder condannato, punito, se possibile oltre il massimo, con la pena eseguita nelle forme più estreme, un'eventuale propensione alla misericordia perché... « il male si aggiunge»,  vista neanche come "follìa", come quella  di chi rinunciasse anche alla «legittima difesa»;  ma come sospetta, losca connivenza, complicità...
Parole inscritte negli ordinamenti, nella dottrina giuridica, nelle Costituzioni parole quali «amnistia », « indulto », «asilo », addirittura « prescrizione », e anche «grazia » [nonostante il suo carattere "ad personam" aggradi di più questa ossessione, questa «concorrenza mimetica », questa corsa alla palma dei ³più uguali... più Vittime, più Legittimi....degli altri, ogni altro e tutti...]... sono e certo "erano” diventate tabù, improfferibili, stigmatizzate come quasi "criminali"...

Questa non è forzatura iperbolica : è la forma che prende il risvolto “criminogeno / punitivo “ di questa sorta di “capital” & statalismo penale,  della democrazia mercantile assoluta, dell'economia del Omanque¹, della Razionalità dell'assurdo, della logopatia del Odouble bind¹ e della concatenazione di sofismi , del nihilismo degli assolutismi egocentristici autolatrici di «essenzialismi» integralistici a volizione di Assoluto e Totalità epperciostesso correndo avvinghiati per Coppie speculari all'anomia generalizzata, all'autismo comunicativo e al nulla,  gorgo verso un “post-umano” verso il quale si viene attratti come risultante globale e senza "principî di precauzione".... tutto quanto contro  il quale la scommessa e la sfida, sulla base dell' idea direttrice di una co-autonomizzazione,  di una comun'autonomia, diversitaria, libertaria/co-responsabile [...], non nasce che dalla “disperata vitalità malgrado...”, dalla potenza, comunque, potenza di persistere, di resistenza, linea di fuoriuscita, potenziale di capacità di "esorbitare”.
Questo è un po’ la falsariga  di  ciò che è tradotto dalle parole comun'autonomia, critica anti-cratica, &tc: Comun'autonomia.... ComuNauti, per una corrente verso un movimento risolutamente antipenale... 

 

Partager cet article

Published by Oreste Scalzone - dans orestescalzone
commenter cet article

commentaires

Aliette Guibert-Certhoux 10/04/2005 22:28

Loin des pseudos, en tant que directrice des publications de criticalsecret, je déclare soutenir l'action solennelle d'Oreste Scalzone et de Marco Pannella face aux gouvernements locaux et européen pour l'amnistie en Italie. Je trouve leur action exemplaire, de solidarité dans leur diversité, dans un regard et un respect réciproque de leurs éthiques respectives. Il me semble que le blog devrait demander en urgence (vu les délais liés à la résistance physique des engagés) des signatures pétitionnaires en ligne dans le blog, ou dans le site de la Ligue des Droits de l'Homme d'Ile de France. Enfin, il conviendrait probablement d'appeler d'autres personnalités alternatives et officielles à les rejoindre ou à les relayer jusqu'à ce que l'amnistie soit prononcée.

Archivio