Overblog
Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog
9 juin 2011 4 09 /06 /juin /2011 20:15

L’ITALIA NASCONDE LA TESTA SOTTO LA SABBIA DEI TRIBUNALI.

 

logo.png

Intervento di Oreste

 

Intervento di Paolo

 

 

Il Tribunale Supremo brasiliano ha disposto, con il voto di 6 giudici contro 3, la liberazione di Cesare Battisti, l’ex militante dei Proletari armati per il comunismo detenuto da quattro anni nel carcere di Papuda, alla periferia di Brasilia. Battisti, uscito dalla prigione alle 5 ora italiana, non verrà estradato e resterà a vivere da uomo libero in Brasile, dove gode dell’asilo politico concessogli dall’ex presidente Luis Inacio Lula da Silva.
Secondo le autorità di Brasilia, l’estradizione avrebbe messo in discussione la sovranità nazionale brasiliana, perché il volere italiano avrebbe prevalso sulle decisioni dell’ex presidente Lula.
Il governo italiano, dal canto suo, ha annunciato ricorso a L’Aja, attraverso il ministro degli Esteri Frattini. Dalla maggioranza, e pure dall’opposizione di quasi tutto il centrosinistra, si sprecano invece le dichiarazioni di condanna.
Grande assente dal dibattito politico, però, è una riflessione generale sull’esperienza della lotta armata nel nostro Paese. Una riflessione tanto più necessaria quanto irrealistica, alla luce dell’attuale pochezza del ceto politico italiano.
Sulla vicenda Battisti in particolare, e più in generale su questi temi, abbiamo intervistato Paolo Persichetti, giornalista di Liberazione. Ascolta qui l’intervista.

 

Partager cet article

Published by Oreste Scalzone
commenter cet article

commentaires

Archivio