Overblog
Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog
18 février 2010 4 18 /02 /février /2010 01:22

Lunedì pomeriggio, insieme ad una trentina di antirazzisti  milanesi, quasi un centinaio di abitanti del quartiere, di tutte le nazionalità, italiani compresi,  si sono riversati in via Padova, incitando la popolazione a non cadere nella trappola politica e mediatica del razzismo, e dello scontro fra comunità e ad unirsi invece contro un comune nemico: lo stato e il suo razzismo. Il tutto è stato reso possibile dal presidio che si è conformato intorno alle 18 al centro della via, mentre  trecento metri più in là, in piazza Loreto, una cinquantina di militanti fino-governativi aderivano alla manifestazione che incitava alla legalità dei rastrellamenti senza riuscire a muoversi fino alle 20 e sciogliersi poi in breve tempo. E' bastato chiamare all'unità antirazzista e di classe, far leva sulle questioni sociali che ci accomunano tutti per smascherare i nostri nemici comuni. La voglia di uscire allo scoperto si è manifestata immediatamente ed il presidio è diventato prima un picchetto che ha costreto i razzisti a sciogliersi in breve tempo, e poi in un corteo che ha percorso via Padova e le vie adiacenti e che è terminato con un'assemblea pubblica ai giardini di via dei Transiti. L'assemblea ha quindi lanciato una proposta molto chiara e netta di contenuto e di azione

Fuori il razzismo dai nostri quartieri. Fuori anche speculatori e forze armate! Diamo espressione attiva alla solidarietà di classe Trasformiamo via Padova in un esempio di autorgaznizzazione capace di contrastare il governo razzista nei territori  Manifestazione di quartiere e cittadina venerdì 19 febbraio concentramento alla MM1 Pasteur alle 17,30

Partager cet article

Published by Oreste Scalzone
commenter cet article

commentaires

Archivio