Overblog
Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog
2 novembre 2011 3 02 /11 /novembre /2011 14:29

“Mai dire mai” – come d’altronde “A volte ritornano…” – è frase resa frusta dall’uso.

Titolo di libro e film di 007, aforisma da cartiglio di BaciPerugina.
Un truismo – ma « truismo » viene da true, cioè vero, e di questo può trattarsi, e mi pare che qui si tratti.

 

Mai dire mai, né di certo, né sempre, né sicuro né impossibile né assoluto – o, diciamo, quasi mai.  Avevo detto congedandomi, FaceBook non fa per me.

Però, a partire da uno ‘spunto’ di grande forza per me, la giornata del 15 ottobre (una faccenda “pubblica”, di rilevanza macro-sociale, al contempo localizzata e trans-territoriale, fino a disseminazione lel ‘globale’ ; i contesti, materiali, di senso, pregressi e successivi ; i testi, la ‘parolazione’, discorsi e meta-discorsi ; l’incrocio inequivoco con ‘congiuntura’, condizione, bilancî, personali e interpersonali ; l’incontestabile elemento di pertinenza da presenza, fisica, ‘corporale’ …), ho – abbiamo, con qualche complice, persona compagn’amica ‘di sempre’, sopravvenuta, del momento – ritenuto che fosse il caso di tornare a farsi vivi…

 

« Considerazioni sui fatti del Quindici, e sul dopo », è diventato parolazione-scritturazione tumultuosa, dilagante, logo-flusso incessantemente ripensato… stavolta però riuscendo a “frenarlo” un po’, talché cominceremo a metterlo in circolazione, a cominciare dalla rete, in una serie di ‘puntate’ a partire dai prossimi giorni.

 

Intanto però, ci sembra adempimento minimo – verso noi stessi e quantomeno qualche’altra persona – far ‘rimbalzare’ qui, oggi, e far seguire domani e dopodomani una prima NOTA di chiarificazione e con già qualche elemento integratore – i file-audio integrali di due interventi parlati, un po’ “urlo & ragionamento”, in forma rispettivamente di intervento e di intervista, effettuati il 18 ottobre scorso sulle onde di RadiOnda d’Urto di Brescia, e di RadioRadicale.


Ovviamente, in quello che è il nostro “vizio assurdo” (epperò insistiamo : « C’è del senso in questa follìa », essa è rivelatrice di molte cose, su molti piani…), la decina di giorni che sono seguiti, le vociferazioni d’ogni genere ascoltate, ci fanno sembrare questi interventi già inadeguati, ‘ristretti’, da ripensare, ‘arricchire’, corredare, puntualizzare…


Ma il ricorso alla rivendicazione dell’ intempestività necessaria, non può portare al paradosso del risolventesi nell’ eguale a zero, “tela bianca”, silenzio di fatto. E dunque, per intanto, ecco come antifona queste due “chiacchierate” : assumendo il rischio – per non dire certezza – che la loro incompiutezza di ‘prelievi estratti da un tessuto/flusso (come lo è il sangue)’ aumenterà il grado di malinteso, tutta la comedy of errors degli equivoci, scambî, che deformano, fanno schermo, oscurano… Tant’è, andiamo…


Se ci saranno “reazioni”, avvertiamo che (a meno che non siano ‘fisicamente’ in grado di farlo, e a ciò interessate, una serie di persone a cui mi lega affinità di ‘sentire’, di punti-di-vista, oltreché comunanza, complicità forte, capace come si può e sa di co-operazione), “io sottoscritto O.S.” per il momento non mi lancerò in risposte e controversie. Lo farò, se e come potrò, ‘in differita’, quando avremo potuto aver messo on line l’ “imbastitura” di un primo ‘blocco’ (« numero », « volume », « quinterno », « tomo », « fascicolo », o come altro si voglia dire) di un ‘GiornaLibro immaginario’, sorta di ‘oggetto non meglio identificato’, di pastiche in forma approssimativamente “ipertestuale”, in bilico, a cavallo fra due lingue, fra ‘a voce’ e ‘scritto’, nonché fra molti generi, formule, dispositivi – tutti approssimati ‘alla buona’, in modo… non già « artigianale », che è fattura, fabbricazione precisa e spesso mirabile ; ma piuttosto assai approssimativo, “arrangiato”, in qualche modo dilettantesco, da « amatori », non-titolati, accreditati, addetti-ai-lavori, disciplinarmente “adeguati”. E a questo punto, per intanto, andiamo…


                 Grazie dell’eventuale ascolto, attenzione, ‘presa in conto’ e in esame, ed eventuale confutazione, pertinente : in logica di controversia a fine di ricerca comune comune.

 

Salut !, Oreste

Partager cet article

Published by Oreste Scalzone
commenter cet article

commentaires

Archivio